FALLIMENTI E PROCEDURE CONCORSUALI


I fallimenti e le procedure concorsuali hanno per oggetto l’intero patrimonio dell’imprenditore e riguardano tutti i creditori.

Lo scopo principale di ognuna di esse è essenzialmente la drastica riduzione dell’autonomia imprenditoriale ovvero di evitare che il debito aumenti e crei danni ad altre societa’ .

Questo comporta anche la segnalazione sia in CCIAA alla voce procedure concorsuali , un documento (spesso conosciuto come “visura fallimentare”, “visura fallimenti” o “visura procedure in corso”) che dimostra e dichiara, alla data, l’inesistenza di procedure concorsuali in atto per una specifica impresa.che la sottrazione all’imprenditore della disponibilità dei beni e la nomina di un organo con funzioni di controllo sull’esercizio dell’attività.

Evita di essere segnalato Contatta i nostri uffici per un appuntamento

I presupposti per essere soggetti alle procedure concorsuali sono:

  • stato d’insolvenza
  • gravi irregolarità di gestione
  • temporanea difficoltà di adempire alle obbligazioni
  • Capitali e Idee italia fornisce la consulenza per superare con successo questi difficili passaggi che possono mettere in crisi una azienda


QUALI SONO LE PROCEDURE CONCORSUALI


Esistono diversi tipi di procedure concorsuali. Le principali, tutte disciplinate dalla legge, sono:

  • il fallimento
  • il concordato preventivo
  • la liquidazione coatta amministrativa
  • l’amministrazione straordinaria.

Il concordato preventivo è una procedura concorsuale del diritto fallimentare italiano cui può ricorrere un debitore (sia esso un imprenditore individuale, una società o un diverso ente) avente i requisiti che si trovi in uno stato di crisi o di insolvenza, per tentare il risanamento anche attraverso la continuazione dell’attività ed eventualmente la cessione dell’attività a un soggetto terzo oppure per liquidare il proprio patrimonio e mettere il ricavato al servizio della soddisfazione dei crediti, evitando così il fallimento.

Presupposti e domanda di ammissione

I presupposti richiesti dalla legge per poter essere ammessi ad beneficiare di tale procedura sono esplicitamente formulati dall’articolo 160 l.fall.

In base a quanto stabilito da questo articolo, l’imprenditore che versa in uno stato di crisi può comunque proporre ai suoi creditori un accordo che può prevedere la ristrutturazione dei debiti e la soddisfazione dei crediti in qualsiasi forma, anche mediante cessione dei beni, accollo o altre operazioni straordinarie, ivi compresa l’attribuzione ai creditori, nonché a società da questi partecipate, di azioni, quote, ovvero obbligazioni anche convertibili in azioni, o altri strumenti finanziari o titoli di debito;

Concordato con riserva o in bianco

FALLIMENTI E PROCEDURE CONCORSUALI
FALLIMENTI E PROCEDURE CONCORSUALI

Nel concordato che la legge definisce “con riserva” ma nella prassi si definisce anche come concordato “in bianco” o “prenotativo” il debitore presenta un ricorso con cui chiede al tribunale di accedere alla procedura e una serie limitata di documenti, riservandosi di presentare la documentazione a corredo (il piano, la proposta, la relazione del professionista e gli altri documenti) entro un termine fissato dal tribunale.

Capitali e Idee Italia ha tutte le autorizzazioni di legge e l’esperienza per attivare ed iniziare tutta la procedura

Contatta i nostri uffici per un appuntamento