Bancarotta fraudolenta

da | Mag 3, 2022 | Uncategorized

Bancarotta fraudolenta: tipologie

Secondo quanto indicato dall’articolo 322 del Codice della crisi, la bancarotta fraudolenta è un reato che può essere compiuto mettendo in atto varie tipologie di comportamento: anche per questo motivo è prevista una distinzione tra bancarotta fraudolenta per distrazione, o patrimoniale, e bancarotta fraudolenta documentale.

La bancarotta fraudolenta patrimoniale

Si parla di bancarotta fraudolenta patrimoniale nel momento in cui un imprenditore sottoposto a dichiarazione di liquidazione giudiziale dissipa, distrugge, dissimula, occulta o distrae in parte o in maniera totale i propri beni o espone delle passività non esistenti allo scopo di danneggiare i creditori.

La bancarotta fraudolenta patrimoniale è, come si può intuire, un reato contro il patrimonio. Come detto, essa viene indicata anche come bancarotta fraudolenta per distrazione.

Le altre tipologie

C’è, poi, la bancarotta fraudolenta preferenziale, che si verifica nel momento in cui dei titoli di prelazione vengono simulati o dei pagamenti vengono effettuati da un imprenditore che è sottoposto alla procedura di liquidazione giudiziale al fine di agevolare alcuni creditori a scapito di altri; tali comportamenti si possono verificare nel corso della procedura o anche prima.

Invece, la bancarotta fraudolenta documentale si concretizza nel momento in cui un imprenditore sottoposto a liquidazione giudiziale falsifica, distrugge o sottrae, in misura parziale o totale, i libri contabili al fine di danneggiare i creditori o procurare un ingiusto profitto, a sé o ad altri. Si parla di bancarotta fraudolenta documentale anche se le scritture contabili sono state tenute in modo da non consentire la ricostruzione del movimento degli affari e del patrimonio. Questo tipo di reato mette a rischio la conoscenza, da parte dei creditori, del patrimonio del debitore.

Inabilitazione e incapacità

L’articolo 322 del Codice della Crisi e dell’insolvenza, al comma 4, specifica che la condanna per bancarotta fraudolenta comporta per un periodo massimo di 10 anni l’inabilitazione a esercitare un’impresa commerciale; inoltre determina l’incapacità all’esercizio di uffici direttivi in qualunque impresa.

Questa norma deriva dalla sentenza 222 della Corte Costituzionale del 25 settembre – 5 dicembre del 2018. Nell’occasione la Consulta aveva definito non legittima la disposizione originaria del comma in questione nel punto in cui prevedeva che la condanna all’inabilitazione e all’incapacità fosse sempre e comunque di 10 anni.

Bancarotta fraudolenta: la prescrizione

Sia nella forma documentale che in quella patrimoniale la prescrizione per il reato di bancarotta fraudolenta è di 10 anni; nel caso della bancarotta preferenziale, invece, la prescrizione è di 6 anni. Lo stabilisce l’articolo 157 del codice penale.

Vale la pena di ricordare che la bancarotta fraudolenta rappresenta un reato contro il patrimonio: per questo motivo, nel caso di un danno patrimoniale di speciale tenuità, è prevista la riduzione della pena fino a un terzo.

D’altra parte, quando il panno patrimoniale è di eccezionale gravita, si possono aumentare le pene fino alla metà. Vengono aumentate le pene anche nel caso in cui il colpevole si sia reso responsabile di più fatti tra quelli indicati dalla norma; lo stesso dicasi per i colpevoli che non avrebbero potuto svolgere un’attività commerciale in quanto ciò gli era proibito dalla legge.

Che cosa cambia fra la bancarotta fraudolenta propria e quella impropria

Si parla di bancarotta fraudolenta propria e impropria a seconda del soggetto che compie il reato. In particolare, si ha a che fare con la bancarotta fraudolenta propria se a commettere il reato è l’imprenditore individuale, oppure sono i soci illimitatamente responsabili o ancora un soggetto diverso sottoposto a liquidazione giudiziale. La bancarotta fraudolenta impropria, invece, si verifica nel momento in cui il reato viene compiuto dal liquidatore di una società commerciale, da un sindaco, da un direttore generale o da un amministratore.

Vuoi saperne di più? Contatta subito il team di SOSAzienda: otterrai tutte le informazioni del caso e supporto per il tuo caso specifico!

Capitali e Idee

Consulenza per Aziende

Interveniamo con tempestività, adottiamo strategie per risolvere le emergenze.

FISSA UN APPUNTAMENTO!

Chiedi una Consulenza GRATUITA