Alcuni fondi utili per le attività economiche

da | Gen 22, 2022 | Uncategorized

Alcuni fondi utili per le attività economiche: qualche idea per supportare la tua impresa

Molto spesso si sente parlare di fondi: letteralmente, soldi che vengono riservati alle imprese e ai liberi professionisti. Questo denaro, ovviamente, deve essere utilizzato per supportare l’attività economica, per esempio per acquistare nuove macchine, per comprare strumenti elettronici, o anche per migliorare la formazione del personale.

Insomma, chi fa domanda per dei fondi ha la possibilità di ricevere un importante aiuto. Ogni tanto vengono pubblicati dei bandi, che permettono di ottenere queste risorse. Ti elenchiamo alcuni fondi che puoi richiedere nelle prossime settimane: sicuramente queste agevolazioni saranno positive per i tuoi affari!

Fondo Impresa Donna (Alcuni fondi utili per le attività economiche)

Come puoi capire dal nome di questo fondo, esso è pensato per le donne. Un finanziamento di questo tipo è per le imprese femminili che sono nate da poco: diciamo, un sostegno per le attività più giovani!

Per essere precisi, Fondo Impresa Donna è destinato alle start-up (le associazioni recenti che mirano all’innovazione) e in generale alle aziende che si sono costituite da meno di 12 mesi nella data in cui si invia la domanda. Ad esempio, un’impresa di due anni non è ammessa anche se è gestita da una donna. Comunque, possono accedere a questo fondo anche le lavoratrici autonome: è necessario soltanto che la partita IVA sia aperta da meno di 12 mesi.

Il meccanismo è quello del contributo a fondo perduto. Cos’è? Te lo spieghiamo subito: definiamolo come un prestito che non deve essere restituito. La somma che puoi avere arriva a:

  • 000 euro, se il programma di spese è inferiore a 100.000 euro;
  • al 50% delle spese se queste sono superiori a 100.000 euro.

Ti sembra difficile? Non temere, di qualunque chiarimento tu abbia bisogno, noi siamo qui!

Con Fondo Impresa Donna hai l’occasione di procurarti attrezzature, computer, assistenza, persino nuovo personale. Un vero e proprio incentivo per le attività con una donna come titolare.

Fondi per le aziende della Campania

Hai un’impresa nella Regione Campania? Ecco il fondo che fa per te! Questo soltanto se la tua è un’azienda piccola o micro, e se sei un libero professionista con partiva IVA da almeno 12 mesi. Come vedi, le condizioni sono molto variabili di bando in bando: leggi sempre tutto con attenzione.

Questi fondi sono un supporto da tanti punti di vista. Servono sia per acquistare impianti e macchinari, sia per occuparsi di problemi del territorio (sociali e ambientali). In più, potresti usare il denaro anche per le spese amministrative. Gli obiettivi sono molti.

A differenza del fondo di cui abbiamo parlato prima, questo è misto. Infatti abbiamo il contributo a fondo perduto che si unisce al prestito a tasso zero. Gli interessi sono pari a zero, e ciò significa che non ci saranno spese extra.

Per richiedere i fondi della Regione Campania, hai tempo fino al 14 marzo 2022 (ore 12.00)!

Fondi per le imprese turistiche

Il settore turistico è uno di quelli che hanno risentito di più del periodo di pandemia. Molte persone, giustamente, hanno rinunciato ai viaggi per sicurezza; senza dimenticare quelle fasi in cui spostarsi non era proprio possibile.

Per ripartire c’è bisogno di un aiuto, e per questo sono stati creati i fondi per le imprese turistiche. Risorse da utilizzare per gli alberghi e per le altre strutture, per i complessi termali, per i parchi, per i porti turistici ecc. Per esempio, consideriamo:

  • la manutenzione degli edifici;
  • l’eliminazione delle barriere architettoniche;
  • l’installazione del Wi-Fi;
  • la costruzione di piscine;
  • i lavori antisismici.

Questo e molto di più si potrà fare con i fondi per le aziende della filiera turistica! Di nuovo è previsto il contributo a fondo perduto, che ti abbiamo spiegato prima; si aggiunge anche un’altra modalità, il credito di imposta, che si usa in compensazione con la Dichiarazione dei Redditi. Cioè, lo ottieni quando fai la Dichiarazione e lo sfrutti poi come bonus.

Credito di Imposta per la formazione 4.0

Eccoci a una diversa agevolazione: il Credito di Imposta per la formazione 4.0. Questo già c’era negli anni scorsi, ed è stato riconfermato.

Una buona notizia per le imprese che hanno bisogno di migliorare la formazione del personale. Il credito di imposta si applica ai corsi per i dipendenti, online o in presenza; alle spese per pagare i docenti; ai costi per la consulenza ecc.

Per far funzionare bene un’impresa è indispensabile che tutti i lavoratori abbiano ottime conoscenze teoriche. Questo è lo scopo del Credito di Imposta per la formazione 4.0 (che sarebbe quella che riguarda soprattutto la tecnologia e il digitale).

Anche in questo caso il credito è in compensazione, ma la compensazione può essere fatta prima dell’invio della Dichiarazione dei Redditi. Se vuoi avere un’idea dell’ammontare della facilitazione, leggi qui:

  • 50% delle spese per le piccole aziende;
  • 40% delle spese per le medie aziende;
  • 30% delle spese per le grandi aziende.

Fondo Nuove Competenze

Il Fondo Nuove Competenze, o FNC, è nato per sostenere le attività economiche nel periodo di emergenza Covid. Il suo obiettivo si capisce anche dal nome: aumentare le competenze dei dipendenti per favorire lo sviluppo delle imprese.

Qual è la differenza con il fondo di prima, quello per la formazione 4.0? Semplice: questo qui è per tutti, non solo per i lavoratori “informatizzati”! Le lezioni si tengono durante l’orario di lavoro, e devono concludersi entro 90 giorni da quando il progetto viene approvato dall’ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro).

Qualche caratteristica del FNC:

  1. il contributo a fondo perduto, e quindi il prestito da non restituire, finanzia tutto il costo del lavoro del personale che segue i corsi (la retribuzione, i contributi previdenziali, senza TFR);
  2. c’è un anticipo del 70% quando si dà il via alla formazione;
  3. il saldo alla fine si riceve dopo 5 mesi.

Il servizio di Capitali e Idee

In tutto ciò, il servizio di Capitali e Idee ti può essere utile sotto vari aspetti.

Collaboriamo con partner prestigiosi per:

  • presentare la domanda all’ANPAL, insieme ai documenti necessari;
  • mettere a disposizione un’organizzazione sindacale per sottoscrivere il progetto, se la tua impresa non ne ha una interna;
  • creare una formazione personalizzata per la tua azienda, scegliendo anche l’Ente formatore;
  • somministrare lezioni da vicino e/o a distanza.

Capitali e Idee, dunque, prenderà a cuore la tua impresa e troverà la soluzione più adatta ai tuoi affari. Cosa aspetti a chiamarci? Ti aspettiamo nei nostri uffici!

Alcuni fondi utili per le attività economiche SosAzienda

Capitali e Idee

Consulenza per Aziende

Interveniamo con tempestività, adottiamo strategie per risolvere le emergenze.

FISSA UN APPUNTAMENTO!

Chiedi una Consulenza GRATUITA